Caricamento Eventi

AGENTI CANCEROGENI, MUTAGENI E TOSSICI PER LA RIPRODUZIONE (CMR): aggiornamenti tecnico- scientifici e normativi

LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE PER ESAURIMENTO POSTI

RAZIONALE SCIENTIFICO: 

Agenti cancerogeni, mutageni e tossici per la riproduzione (CMR):aggiornamenti tecnico- scientifici e normativi.
La Direttiva (UE) 2022/431, che entrerà in vigore dal 5 aprile 2022,apporta modifiche ed integrazioni alla direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti dall’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni sui luoghi di lavoro.
La nuova direttiva estende l’ambito applicativo della disciplina del 2004 alle sostanze tossiche per il ciclo riproduttivo, ampiamente diffuse in molti processi di lavoro.
Un altro elemento importante è la volontà di stabilire valori limite di esposizione per tutti gli agenti cancerogeni, mutageni e tossici per la riproduzione per i quali sono disponibili dati scientifici e tecnici che rendono ciò possibile, ribadendo comunque che il rispetto di tali limiti per gli agenti mutageni e la maggior parte dei cancerogeni non
elimina il rischio (rischio residuo), ma contribuisce a ridurlo significativamente.
Con il recepimento della direttiva (UE) 2022/431, sarà ampliato l’elenco dei composti con valori limite di esposizione professionale, con l’inclusione di 10 sostanze e 3 gruppi di sostanze reprotossiche (composti del nichel, composti inorganici del piombo e composti divalenti del mercurio); viene inoltre proposto un valore limite di esposizione professionale per l’acrilonitrile, come cancerogeno, e aggiornato il valore limite del benzene, ridotto progressivamente da quello attuale di 1 ppm fino a 0,2 ppm dopo il 5 aprile 2026, con l’aggiunta della notazione “pelle”.
L’obbligatorietà della misurazione dell’esposizione ai sensi del capo II del Titolo IX e la possibilità di una revisione degli stessi valori limite renderanno quanto mai necessaria la disponibilità di metodi analitici di adeguata sensibilità e validati per la determinazione dell’esposizione ambientale a queste sostanze ed eventualmente anche per il monitoraggio biologico dei lavoratori.
In particolare, il monitoraggio biologico è specificatamente suggerito per il benzene e l’acrilonitrile, per i quali saranno indispensabili metodi analitici che prendano in considerazione la scelta dell’indicatore, della matrice biologica, del tempo di campionamento, il trattamento del campione e la tecnica analitica da utilizzare.
I valori limite biologici contenuti nell’allegato 3 bis della direttiva e quelli che si aggiungeranno in futuro andranno riportati nel D. Lgs 81/08, in un allegato attualmente non presente, insieme al valore limite biologico per il piombo nel sangue, oggi contenuto nell’allegato XXXIX.

Appare dunque fin troppo evidente la necessità, per tutti coloro che si occupano, con diversi ruoli, del grande tema della “Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” (OSH) di elaborare delle strategie di intervento comuni che, coerentemente con quanto previsto dal Piano Nazionale di Prevenzione, possano portare innanzitutto ad una corretta valutazione e quindi ad una sempre migliore gestione, a tutti il livelli, del rischio da esposizione a CMR.
Coerentemente con la sua funzione pubblica di prevenzione la UOC PSAL-Igiene Industriale negli Ambienti di Lavoro dell’AST Ancona ha inteso organizzare questo convegno, diviso in tre sessioni interconnesse che analizzano tutti gli aspetti  dell’universo CMR, per permettere un confronto vivo e dinamico tra i relatori di respiro nazionale e i partecipanti, con la convinzione che solo una sempre più accurata conoscenza dei fenomeni e una sempre maggiore attenzione ai rischi  professionali possono portare a quell’obiettivo di “lavoro sicuro” che tutti, insistentemente, dobbiamo perseguire.

RESPONSABILE SCIENTIFICO: Massimiliano Cannas , Direttore Medico UOC Igiene Industriale negli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Territoriale AST di Ancona

SEGRETERIA SCIENTIFICA:
Celsino Govoni, Dirigente Chimico del Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL, Modena
Simona Montesi, Dirigente Medico UOC Igiene Industriale negli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Territoriale AST di Ancona
Luigia Scimonelli, Dirigente Generale Prevenzione Sanitaria, Ministero Salute
Paola Tittarelli, Dirigente Chimico UOC Igiene Industriale negli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Territoriale AST di Ancona

ECM ID 1023-412256
Il Congresso partecipa al programma ECM in modalità RES con l’accreditamento di: Assistente Sanitario, Biologo, Chimico, Farmacista, Infermiere, Medico Chirurgo (tutte le discipline), Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di Lavoro.
Sono stati attribuiti n. 10 crediti formativi. Ore formative:n. 10
Obiettivo formativo: Documentazione Clinica. Percorsi Clinico-assistenziali Diagnostici e Riabilitativi, Profili di Assistenza – Profili di Cura

SEDE:

Teatro delle Muse
Piazza della Repubblica – 60121 Ancona